DONNA INFORMALE

DONNA INFORMALE

L’espressionismo astratto inauguro’ tra gli anni 1930 e 1950, un nuovo filone artistico definito come vedremo in seguito informale e che costituisce di fatto la prima nuova tendenza del secondo dopoguerra. Per espressionismo informale si intende la manipolazione in senso espressivo della forma in cui non va mai a perdersi il contenuto ultimo della rappresentazione. Nel 1950 il critico francese Tàpie’ conia il termine informale e con esso intende una organizzazione di forme che nascono dall’immaginazione del Fartista, le immagini si presentano come un caotico intreccio di segni colorati rifiutando il concetto di forma all’insegna dell’improvvisazione. Rendono possesso del quadro macchie di colore trame di segni, grovigli tutto in maniera casuale ma denso di forza espressiva ed evocativa.

Category :

Date : 26 Mag 2016